Menu
Menu
ANDRÁ TUTTO BENE!

ANDRÁ TUTTO BENE!

Oggi guardo che cosa ho in dispensa e stai sicuro che qualcosa di buono lo preparerò.
Guarda un po’ ho dei cipollotti un pò al limite che però cotti a dovere e mixati con due uova strapazzate, una macinata di pepe ed una fogliolina di erba aromatica, quella che c’è, faranno una porca figura anche nella fotografia che scatterò davanti alla finestra prima di impiattare. Ed il post di oggi è andato. Ieri ero corso dal panettiere per rimediare l’ultima pezzo di focaccia di verdure…

Ma non funziona cosí. Le ricette sono arrivate ora che i negozi sono già chiusi per cui non potrò ordinare niente. Domani mattina dovrò girare sperando di trovare qualcosa, o di procurare un sostituto che reciti la parte del cappone. Una lettura veloce e stendo la spesa ragionata, con in mente quello che c’è già, che è tanto.
Domani abbiamo un servizio editoriale e atterrisco al pensiero che un’altra confezione di bacche rosse, un vaso di prezzemolo supplementare, l’ennesimo tubo di concentrato di pomodoro, un sacchetto di pangrattato nuovo arriveranno con la spesa.
La dispensa si gonfia ed il frigo è già pieno di capperi, senape, olive di tutte le risme. Una succursale dell’ Esselunga che tra l’altro è qui di fianco.

Ma non funziona nemmeno cosí. Domani arriva il cliente in studio, per realizzare le immagini di una confezione e non c’è ancora il layout definitivo. Non conosco gli ingombri e non so se la torta entra da destra o sinistra. Il set e le luci saranno da organizzare al momento. Teniamo pronte le due alternative in ballottaggio per la ricetta e portiamo a casa la lista di ingredienti per entrambe.
Del resto certi lavori hanno alle spalle un iter decisionale che posso solo immaginare, dopo che ho sentito parlare dei corridor test, e la parola definitiva, raramente,ma accade, può essere un obiettivo mobile che si raggiunge man mano, a colpi di telefonate ed email in azienda, ed al quale bisogna dare la caccia.

Ma stavolta è diverso.
Sono al telefono da stamattina presto e sembra che sia sicuro che arrivino le ciliege: devo telefonare alle dieci che arriva il furgone dall’ortomercato. Ad ottobre non se ne trovano qui da noi, ma nell’altro emisfero potrebbe anche essere. Cosí si deve partire in bicicletta e girare per la Milano dei fruttivendoli-gioiellieri del centro, ma il risultato non cambia: non stanno arrivando. Anche nell’australe non è stagione. La situazione è irrisolvibile tanto che ci dobbiamo prendere del tempo e del budget per rivolgerci ad un mokuppista, uno scultore del silicone, per rifarle più vere del vero. E trovarlo, che la postproduzione li aveva fatti fuori tutti.

Di colpo mi sveglio sudato, affannato e preoccupato. Al momento non capisco dove sono e che giorno è. Ma dopo un attimo ed un inizio di crampo al polpaccio mi colloco nel tempo e nel luogo. Respirone. Oggi è un giorno importante: un nuovo lavoro e un cliente importante, ma dopo un attimo ricordo che abbiamo fatto le domande giuste, presentato e risolto le problematiche e preparato veramente tutto, nel dettaglio.

Andrà tutto bene!

Fotografia di campagna per il biscotto Bon Matin di Schaer

0 comments

Here is no comments for now.

Leave a reply